SHAPING EMPATICO© E APPROCCIO EMPATICO RELAZIONALE©


SHAPING EMPATICO© – PIRENEO

SHAPING EMPATICO© E APPROCCIO EMPATICO RELAZIONALE©

UTILITA’ SHAPING EMPATICO© E
APPROCCIO EMPATICO RELAZIONALE©:

  • Apprendimento
  • Incremento abilità
  • Modellaggio Abilità
  • Percorsi di Relazione Empatica © (educazione cane)
  • Disagi Emozionali (disturbi del comportamento)
  • Educazione zooantropologia
  • Educazione alla biodiversità
  • IAA – AAA – AAE

E’ una tecnica di rinforzo positivo attraverso la quale si può ampliare il repertorio di capacità delle persone e degli animali, facilitando la costruzione di nuove abilità non in modo strumentale intenzionale ma spontaneo grazie all’osmosi empatica© .

La trasmissione di segnali emozionali tra umano e compagno cane avviene in modo rapido e costante per fortificare delle azioni e/o per guidarle in modo da ottenere un incremento delle abilità.

Durante lo Shaping Empatico© tanto l’umano quanto il cane se si lasciano guidare dalle emozioni dell’altro potranno avere dei giovamenti nella loro vita nel branco Misto.

SHAPING EMPATICO© – ELISABETTA CON MERLINO

L’attenta comprensione e partecipazione rispetto al modo in cui “vivono” le emozioni entrambi i soggetti difronte agli stimoli a cui sono sottoposti giornalmente permette una modellazione delle modalità di risposta di umano e cane.

Per esempio attraverso lo Shaping Empatico© si può aiutare un cane che non vuole entrare in macchina perché teme uno spazio chiuso o perché ha vissuto situazioni di segregazione.

Lo Shaping Empatico© in una situazione di questo tipo non entra in gioco solo nel momento in cui il cane deve salire in aiuto ed abbiamo bisogno di farcelo andare.

L’umano avrà intanto bisogno di comprendere le variazioni emozionali del cane in tutte quelle situazioni che posso essere simili, in piccoli ambienti, difronte a dei varchi, quindi già in quei contesti in cui il cane a modo suo avrà dimostrato delle difficoltà.

Nel momento in cui l’umano inizia a porre una diversa attenzione all’emozione disagiata del cane, attraverso un ascolto attivo e proposito al problema può inviare segnali emozionali corretti al cane per garantirgli una maggiore stabilità, mettendolo nella condizione di sentire il suo stato emozionale.

Il panico è contagioso tanto tra gli umani quanto tra gli animali proprio perché è un’estensione del sentire che ci permette di salvarci in condizioni di pericolo.

Armonizzare una situazione di panico per cui è un’impresa molto difficile ma conducendo il soggetto per piccoli gradi a superare paure più lievi permette gradualmente l’avvicinarsi a situazioni più complesse sulla base sicura che si è creata grazie al rapporto empatico.

Lo Shaping Empatico© agisce in questo modo, può sembrare un percorso più arduo ma in realtà l’utilizzo dello Shaping classico e quindi del “modellaggio” con i premi alimentari per esempio può avere limiti maggiori che possono essere dettati da variabili quali, l’assenza materiale del cibo, la sua poca appetibilità, la diminuzione dell’appetito e il fatto che in una situazione di panico difficilmente il cane “sotto botta” di adrenalina e cortisolo accetterà di mangiare.

La Partecipazione Empatica invece è un dono che è sempre accolto, è un dono che agisce nel profondo è fortifica il legame.

Lo Shaping Empatico© è un concetto pratico nei Percorsi di Relazionali Empatica © , nel Recupero dei disturbi del comportamento(disagi emozionali) e nei laboratori didattici zooantropologici e sulla biodiversità, esso invece entra in gioco come concetto teorico anche nelle attività co-tarapiche e lo tratteremo nel capitolo dedicato agli IAA.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *